IL POMODORO: PER FORTUNA CI HA PENSATO COLOMBO…

 

Sembra strano …ma è così: cinquecento anni fa gli spaghetti al pomodoro e la pizza margherita non esistevano in quanto il pomodoro,caposaldo della dieta mediterranea e simbolo della nostra cucina era ancora sconosciuto nel nostro paese.
Il Pomodoro ( SOLANUM LYCOPERSICUM),pianta che dal Perù si era diffusa in tutto il continente americano fino al Messico, è arrivato in Europa con i conquistadores spagnoli.
Il fitonutriente caratteristico di questo frutto è il licopene che è anche responsabile del bel colore rosso del frutto. Il licopene è un potente antiossidante studiato per le sue proprietà preventive nei confronti delle malattie cardiovascolari e di alcune forme tumorali come il tumore alla prostata.agisce anche sul metabolismo del colesterolo,riducendone i livelli nel sangue,soprattutto per quanto riguarda la frazione LDL ,dannosa all’organismo. La quantità di licopene contenuta nei frutti dipende da vari fattori: è sicuramente più elevata nei pomodori maturi rispetto a quelli verdi, in quelli coltivati all’aperto piuttosto che in serra e maggiormente in quelli di agricoltura biologica . la cottura facilita l’assorbimento del licopene.
Il pomodoro contiene anche altri antiossidanti come il beta-carotene (provitamina A) e la vitamina C, ha poche calorie, è ricco di acqua e Sali minerali in particolare potassio . mangiato crudo in estate è dissetante,diuretico e lassativo. Nella medicina orientale è utile per disintossicare il fegato e al contrario di quanto si crede,vista l’acidità del succo,è considerato un alimento con effetto alcalinizzante sull’organismo.
Il pomodoro è anche un protagonista della cucina degli avanzi assieme al pane raffermo : pensiamo alla panzanella o alla pappa con il pomodoro ,piatti tipici della cucina povera toscana
Compriamo pomodori freschi,ben maturi, preferibilmente di coltivazione biologica e limitiamone il consumo fuori stagione! E… UN INTEGRATORE NATURALE PER L’ESTATE ….IL COCOMERO!..Il Cocomero (Citrullus lanatus) è una pianta delle Cucurbitacee, originario dell’Africa tropicale:il famoso esploratore David Livingstone osservò piante di cocomero selvatico nel deserto del Kalahari. Era coltivato dagli egizi nella valle del Nilo già 3500 anni fa e fu molto apprezzato dagli Arabi che gli attribuivano proprietà disintossicanti.
È un frutto che fa bene agli sportivi: è infatti un ottimo idratante ,ricco di acqua alla quale si uniscono zuccheri,Sali minerali e soprattutto potassio. Un vero e proprio Energy drink “naturale” , adatto a superare il caldo estivo !
L’elevato contenuto di acqua aiuta la funzionalità renale e permette a questo frutto di esercitare quell’azione disintossicante e depurativa già conosciuta e apprezzata dal popolo arabo .
È ricco di licopene e di altri carotenoidi precursori della vitamina A ,come la luteina. Il licopene ,presente anche nei pomodori, è un antiossidante per eccellenza e protegge sia dalle malattie cardiovascolari,diminuendo il colesterolo.
Grazie all’elevato contenuto di acqua, il cocomero ha un basso contenuto calorico (15 kcal/100gr) e dunque è molto indicato per chi sta seguendo una dieta ipocalorica.
Per gustarne a pieno l’aroma , è bene mangiarlo dopo averlo lasciato fuori dal frigo almeno per un’oretta.
Ottimo per le macedonie, per preparare frullati e sorbetti ed anche come base recipiente per la sangria!
Un gustoso dessert ipocalorico può essere preparato con pezzettini di cocomero ghiacciato ricoperti da granita alla menta. Servire con foglie di menta o altra erba aromatica .

Buona estate!

DOTT.SSA STEFANIA CAPECCHI
BIOLOGO NUTRIZIONISTA
st.capecchi@alice.it / http://www.stefaniacapecchi.it / Facebook : Dott.ssa Nutrizionista Stefania Capecchi